Archivi delle etichette: scuole superiori

Marketing scolastico

Ieri a Brescia è stata fatta una conferenza stampa per annunciare che partirà un liceo musicale al Gambara. O forse no. Cioè, il liceo si farà, ma la notizia non è ancora ufficiale (però hanno fatto una conferenza stampa), ergo ad oggi gli studenti che intendessero iscriversi al liceo musicale per l’anno scolastico 2010/2011 non avrebbero la garanzia sull’effettivo svolgimento del corso. .

Però il 26 marzo si chiudono le iscrizioni (quello è certo).
Che sono aperte da un po’, ma sono aperte con riserva. E le ammissioni saranno sottoposte ad una prova preliminare.
Però presto che il 26 marzo è vicino.

In fondo, voi (o i vostri figli), dovete solo scegliere a cosa dedicare i vostri prossimi 5 anni di vita. Bazzecole no?

Allora pensi: beh, avranno cercato di farsi pubblicità attraverso i giornali perchè hanno bisogno del numero legale di iscritti.

Ma l’istituto garantisce: I requisiti minimi per la composizione delle classi richiedono almeno l’adesione di 27 alunni ma riteniamo che il numero effettivo degli studenti sia potenzialmente superiore.

Ma quindi, se tanto il numero ce l’hanno, la conferenza stampa, (a meno di dieci giorni dalla chiusura delle iscrizioni) cosa l’hanno fatta a fare?

Ok: riepiloghiamo.
Se oggi uno studente bresciano di tredici anni vuole andare a fare il liceo musicale non può ancora sapere come è il programma didattico che dovrà affrontare. Può iscriversi entro il 26 marzo ma non è sicuro di essere ammesso, perchè il liceo (che si farà) potrebbe anche non partire. Sa però che dovrà fare una prova di ammissione (come succede per le università a numero chiuso). Giusto, non vorremo generare un’intera generazione di musicanti fun-cazzisti. Hanno fatto una conferenza stampa per essere chiari e offrire un sacco di opportunità occupazionali come la carriera di cantante, compositore, direttore artistico o musicista.

Grazie, gentile pubblico. E benvenuti nel paese dei balocchi

PS: effettivamente, aggiungo io, del liceo musicale si sentiva molto la necessità. Una manovra che il ministro Gelmini non poteva evitare dopo aver annunciato i tagli sui 2.283 corsi di laurea attualmente esistenti in Italia. E dire che quando mi sono iscritto a sociologia dicevano che era un’inutile copia di scienze politiche…

Intanto anche a Varese si segnala come la riforma Gelmini stia creando non pochi problemi alla programmazione.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.