Tag Archives: bazzecole

I benefattori della Credieuronord (bank for dummies)

ANTEFATTO: (Da Wikipedia) La banca Credieuronord è un istituto bancario, nota come Banca della Lega per la vicinanza ai vertici della Lega Nord. Nata nel 1998, venne sponsorizzata dallo stesso Umberto Bossi, che invitava con una lettera i vertici del movimento a sottoscrivere le quote. Dopo diverse vicende la banca fallisce e nel 2006 arrivano le prime sentenze giudiziarie contro Gian Maria Galimberti, Giancarlo Conti e Piero Franco Filippi, condannati a risarcire 3 milioni di euro, mentre lo stesso verdetto assolve i politici indagati. I condannati sono ritenuti responsabili di MALA GESTIO della banca.

Ieri è arrivato un comunicato in redazione, da cui è uscito questo pezzo sul giornale.

Ciò che però mi è piaciuto più di tutto, in assoluto, è il tono del comunicato stampa.
In particolare:
“Il Comitato di Soccorso ha potuto effettuare almeno un versamento di denaro alle oltre 2.000 persone che ci hanno richiesto un aiuto”. Avete capito bene? UN AIUTO. Praticamente dei benefattori.
E l’altra perla:
“Sono oltre mille gli ex azionisti che sono stati completamente rimborsati; sfido chiunque a trovare in questo decennio casi di investitori che hanno recuperato la totalità del loro investimento”. Frase dalla logica deduzione: uno degli “investimenti” più sicuri che potete fare è investire in una banca che fallisce!!

Quando si dice “il potere alla parola”…

La Lega, il tifo tiepido e i cacciatori di scoop

In un pezzo suggerito da un’intuizione di Daniele Bonetti oggi ho raccontato il tifo tiepido (non tifo contro come Radio Padania, solo un molto italico distacco da primo turno del torneo) dei politici leghisti bresciani per la nazionale azzurra. Sinceramente mi aspettavo un po’ di calore in più. Credevo che certe dichiarazioni dei giorni scorsi fossero estemporanee, invece ho dovuto constatare che un certo sentimento antiazzurro serpeggia tra gli esponenti di spicco della Lega Nord.

Nessuno di loro ha detto “sì, sono italiano, tifo Italia”. Tanti distinguo, tante precisazioni, anche in quelli dai quali traspariva un certo imbarazzo. Una sorta di opposizione militante, più segno distintivo e identitario che altro.

Tra le dichiarazioni non ho riportato quella di un esponente locale decisamente di secondo piano che, dopo aver dichiarato il suo disinteresse per il calcio (nonostante la sua recente presenza allo stadio di Brescia), mi ha chiesto dopo un lungo silenzio “ma sei a caccia di scoop?”. Manco si trattasse di Umberto Bossi in persona. A scanso di equivoci.

Molto più apprezzabile e apprezzata la ricca risata che si sono fatti l’assessore provinciale Aristide Peli e il presidente della provincia Daniele Molgora (quello dei plurincarichi) quando ho chiesto loro “tiferete Italia o avete nel cuore solo la Padania?”. Una lezione chiara: anche da leghisti è consigliabile mantenere la propria autoironia senza imBorghesirsi troppo.

Vuvuzela mania

Finora i mondiali del Sudafrica non mi stanno appassionando più di tanto. La prima partita l’ho vista in aeroporto con gufi di ogni sesso, razza e relilgione alle spalle che tifavano contro gli azzurri.

Finora ciò che veramente merita dei mondiali è la Vuvuzela. A cui è dedicata Vuvuzela.fm la radio che trasmette 24 ore su 24 il suono inconfondibile del malinconico e variopinto strumento musicale. E non poteva mancare il fan club su Facebook.

Genialità

Oggi vorrei esprimere la mia più profonda stima a quei 2 che due giorni fa sono arrivati al mio blog cercando su Google “an dele patatine troe apena peciotade”.

ps: mi sono accorto ora che, effettivamente, questa colta citazione l’avevo fatta io qualche mese fa

Cinesi, ma cosa vi ho fatto???? Perchè mi censurate????

Eppure c’è un sacco di gente che mi dice “comunista”! Proprio come a voi!!!
Vi ricordo forse un compagno dell’asilo che vi picchiava quando eravate piccoli?
Me lo sto chiedendo incessantemente da quando ho scoperto che il mio blog in Cina è stato CENSURATO, come riferitomi da alcuni amici che sono a Shanghai (e in giro per la sconfinata Cina)
Non so se trovare più inquietante il fatto di essere stato censurato o il fatto che ci sia gente che va in viaggio in Cina ed ha il tempo di controllare se il mio blog è censurato :)

Ovviamente parlavo di mia moglie!!!

Mi era sfuggita la geniale rettifica del Vaticano a proposito delle parole di Bertone (nel video potete apprezzare il documento inedito di un addetto stampa del Vaticano mentre risponde all’opinione pubblica).

Il segretario di Stato vaticano nella sua conferenza stampa in Cile, spiega il portavoce della Santa Sede, si riferiva «alla problematica degli abusi all’interno della Chiesa e non nella popolazione mondiale».

Peggio di così…

Fortunatamente civati era attentissimo!

Succede anche questo

Ogni tanto i titolisti riescono ancora ad essere creativi :)

PDL: GRANATA, NON CONDIVIDO BOCCHINO SU PREMIER LEGHISTA

Va precisato che non si tratta di un bocchino qualsiasi, ma di un Onorevole Bocchino!

(ANSA) – ROMA, 14 APR – «Quella di Bocchino è stata una
battuta, ma non la condivido». Lo ha affermato questa mattina a
Omnibus su LA7 Fabio Granata del PdL in merito alle
dichiarazioni di Italo Bocchino ’meglio un Premier gay che
leghistà.
Granata, ha poi proseguito: «È scontato che un grande
partito come il PdL debba considerare – anche con forza -
l’idea di continuare a guidare la coalizione. Così come a
Milano è legittimo che Bossi e la Lega chiedano il sindaco, è
altrettanto legittimo per noi dire che non siamo d’accordo».

Aperello…

Un vero peccato che non esista la versione bresciana di questa pubblicità con Pompiano, Cazzago, Limone e Comezzano.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.