Udinese-Brescia 0-0. Un punto che fa la differenza

È impossibile non pensare alla gara di ieri evitando il parallelo con quella dell’andata. Perchè tra le due ci sono differenze formali e sostanziali. Allora un Brescia con il 4-3-1-2 giocò una gara propositiva ed offensiva, qualitativamente discutibile perchè al gioco espresso non si affiancò la concretezza.

Ieri tutta un’altra musica: organizzazione, copertura, ripartenza, capacità di non scoprirsi contro un avversario che non aspetta altro (quest’anno ha un possesso palla bassissimo e gioca tutto su ripartenze veloci e verticali per le sue punte). A Udine si è vista nel complesso la miglior prestazione da quando è tornato Beppe Iachini. A dimostrarlo è una lettura attenta dei dati statistici ufficiali della serie A che elaborano due indicatori interessanti per «protezione area» ed «attacco alla porta».

continua a leggere su Bresciaoggi.it

About these ads
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: